de fr it

LouisAppia

Trasporto di feriti da parte dei gerosolimitani e dei fratelli del Rauhes Haus di Amburgo. Litografia realizzata da Louis Appia per la sua opera Les blessés dans le Schleswig pendant la guerre de 1864, Ginevra, 1864 (Bibliothèque de Genève, Archives A. & G. Zimmermann).
Trasporto di feriti da parte dei gerosolimitani e dei fratelli del Rauhes Haus di Amburgo. Litografia realizzata da Louis Appia per la sua opera Les blessés dans le Schleswig pendant la guerre de 1864, Ginevra, 1864 (Bibliothèque de Genève, Archives A. & G. Zimmermann).

13.10.1818 Hanau (Assia, D), 1.3.1898 Ginevra, prot., dal 1860 di Ginevra. Figlio di Paul-Joseph, pastore, e di Caroline Develey. Anne Lasserre, figlia di Henri, avvocato. Studiò medicina a Heidelberg, conseguendo il dottorato nel 1843. Stabilitosi a Ginevra nel 1849, nel 1859 partecipò come chirurgo alla guerra franco-piemontese contro l'Austria; in seguito fu chirurgo volontario in numerosi conflitti. A. fu tra i fondatori della Croce Rossa nel 1863; segr. del Comitato intern. della Croce Rossa (CICR) dal 1867 al 1870, fino al 1892 prese parte alle diverse conferenze intern. delle Soc. della Croce Rossa. Autore di numerose pubblicazioni, tra cui Le chirurgien à l'ambulance (1859), A. fece un'intensa opera di divulgazione e di propaganda in favore del CICR.

Riferimenti bibliografici

  • R. Boppe, L'homme et la guerre, 1959
  • G. Armocida, «L. Appia», in Préludes et pionniers, 1991, 179-185
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF