de fr it

DanielBovet

23.3.1907 Neuchâtel, 8.4.1992 Roma, rif., di Neuchâtel e Fleurier, dal 1947/48 anche cittadino it. Figlio di Pierre (->). (1938) Filomena Nitti, biochimica, figlia di Francesco Saverio, pres. del Consiglio it. Studiò biologia e fisiologia all'Univ. di Ginevra (dottorato nel 1929). Farmacologo all'Ist. Pasteur di Parigi (1929-47) e all'Ist. superiore di sanità di Roma (1947-64), fu poi professore di farmacologia all'Univ. di Sassari (1964-71) e di psicobiologia a quella di Roma (1971-82); dal 1969 al 1975 diresse il laboratorio romano di psicobiologia e psicofarmacologia del Consiglio nazionale delle ricerche. Ottenne molti riconoscimenti, fra cui il premio Nobel per la medicina (1957). Fra i più importanti ricercatori in campo farmacologico (autore di numerosi libri e di ca. 400 pubblicazioni), scoprì o sviluppò gli antistaminici, i miorilassanti curarosimili e i sulfamidici, introdusse nuovi metodi di ricerca farmacologica e studiò il rapporto fra struttura chimica ed effetto farmacologico.

Riferimenti bibliografici

  • M. H. Bickel, «D. Bovet», in Nobel Laureates in Medicine, a cura di D. M. Fox et al., 1990
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 23.3.1907 ✝︎ 8.4.1992