de fr it

AdolfFick

3.9.1829 Kassel, 21.8.1901 Blankenberghe (Fiandre occidentali), prot., dell'Assia elettorale. Figlio di Friedrich, ispettore dei lavori pubblici dell'Assia elettorale, e di Marianne Sponsel. Fratello di Heinrich (->). Emilie von Coelln. Studiò dapprima matematica a Marburgo, poi medicina ottenendo il dottorato nel 1851. Assistente di Carl Ludwig a Zurigo nel 1852, F. fece presto parte della cerchia di giovani fisiologi che fondarono il loro metodo di ricerca sui principi fisici, chimici e matematici propri delle scienze naturali. Professore straordinario di fisiologia all'Univ. di Zurigo (1856), fu nominato ordinario nel 1861. Insegnò in seguito all'Univ. di Würzburg (1868-99). Studiò le basi fisiologiche della respirazione, dell'assorbimento cellulare e della secrezione, come pure numerosi problemi riguardanti la fisiologia dei muscoli, dei nervi e degli organi sensoriali. Dimostrò che sono i carboidrati e non le proteine a fornire energia all'attività muscolare. Il suo nome è noto per la legge di Fick (1855), fondamentale per tutti i fenomeni di diffusione e per il principio di Fick (1872), che determina la gettata cardiaca, cioè il volume per minuto stimato in base alla differenza del tenore di ossigeno tra sangue venoso e sangue arterioso.

Riferimenti bibliografici

  • K. Quecke, «A. Fick (1829-1901), Physiologe», in Lebensbilder aus Kurhessen und Waldeck, a cura di I. Schnack, 4, 1950, 82-90
  • NDB, 5, 127 sg.
  • R. Bezel, Der Physiologe A. Fick, 1979 (con elenco delle op.)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 3.9.1829 ✝︎ 21.8.1901