de fr it

Franz Plazid Anton LeodegarSchumacher

27.11.1725 Lucerna, 18.4.1793 Lucerna, catt., di Lucerna. Figlio di Johann Martin, membro del Piccolo Consiglio, e di Maria Jakobea Bircher. Maria Elisabeth Pfyffer von Altishofen, figlia di Franz Xaver Leonz, membro del Gran Consiglio. Membro del Grande (dal 1746) e del Piccolo (dal 1754) Consiglio di Lucerna, fu balivo di Kriens e Horw (1749-51), di Büron e Triengen (1753-55), nel Michelsamt (1757-59) e balivo conf. a Locarno (1762-64). Fu inoltre preposto all'arsenale (1755-61) e giudice del Consiglio (1756-61). Accusato di malversazioni, nel 1763 venne privato di tutti i diritti civici. In seguito studiò matematica e ottica a Bologna e, nel 1770, divenne capitano ingegnere a Modena. Tornato a Lucerna, nel 1772 fece costruire il palazzo Himmelrich. Suo figlio Franz Xaver Plazid fu autore della cosiddetta mappa Schumacher della città di Lucerna (1790).

Riferimenti bibliografici

  • H. Schumacher-Wiki, Grundriss einer Familiengeschichte des ehemaligen regimentsfähigen Zweiges der Schumacher von Luzern, ms., 1936 (presso ACit Lucerna, StALU)
  • MAS LU, 3, 1954, 271-275
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 27.11.1725 ✝︎ 18.4.1793

Suggerimento di citazione

Lischer, Markus: "Schumacher, Franz Plazid Anton Leodegar", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.02.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/014491/2011-02-08/, consultato il 28.10.2020.