de fr it

Jost Niklaus JoachimSchumacher

26.3.1709 Lucerna, 1778, catt., di Lucerna. Figlio di Franz Plazid (->). Fratello di Franz Alois (->) Anna Maria Meyer von Schauensee, figlia di Franz Ludwig, membro del Gran Consiglio. Deputato al Grande (dal 1730) e al Piccolo (1742-62) Consiglio di Lucerna, fu balivo di Büron e Triengen (1733-35), balivo conf. di Lugano (1746-48), balivo di Willisau (1751-55), inviato onorario nei baliaggi it. (1758-61) e tesoriere (dal 1758). Dopo un furto con scasso in casa sua, avvenuto nell'imminenza della prima presentazione dei conti, e in seguito alle inchieste condotte da Joseph Rudolf Valentin Meyer von Schauensee, nel 1762 venne ritenuto colpevole di appropriazione indebita di denaro pubblico e bandito dalla Conf. La faida tra Meyer von Schauensee e S. costò tra l'altro la vita a suo figlio, Lorenz Plazid (->), condannato a morte dalla città di Lucerna nel 1764. In seguito all'affare dei conventi (Klosterhandel), Meyer von Schauensee venne bandito e S. graziato. Rientrato a Lucerna nel 1770, fu riammesso nel Piccolo Consiglio.

Riferimenti bibliografici

  • J. R. V. Meyer, Das Pekulat, 1831
  • H. Wicki, «Luzerner Patriziat in der Krise», in Gfr., 145, 1992, 97-114
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 26.3.1709 ✝︎ 1778