de fr it

ThomasWandeler

forse 1652 . Chiamato Rigelithommen, fu mugnaio al mulino sulla Fontanne del com. di Menznau. Fu probabilmente l'autore di un racconto millenaristico, noto anche come profezia di S. Nicolao della Flüe (Weissagung des Bruder Klaus), le cui trascrizioni circolarono dal XVII al XIX sec. inoltrato spec. nella campagna lucernese. Lo scritto è sicuramente attestato prima del 1682. Esistono copie manoscritte risalenti al primo quarto del XIX sec. e un'edizione a stampa anonima datata 1832 (conservata presso la biblioteca civica di Lucerna). In base a stile e contenuti, il testo è ascrivibile al genere delle opere profetico-escatologiche molto diffuse nel XVII sec. Descrive la storia come un'evoluzione progressiva secondo regole precise da un'epoca di decadenza morale e sociale, associata a una critica nei confronti del presente e dell'ordine politico, attraverso un periodo di patimenti, miseria e guerra, fino a un'epoca paradisiaca e catt., rappresentata solo schematicamente, caratterizzata da amore, unità e fiducia. Il racconto si riallaccia probabilmente a esperienze vissute nell'Entlebuch al tempo della guerra dei contadini del 1653 e si basa in parte anche su vicende anteriori. A causa del potenziale politico della critica nei confronti delle autorità e del richiamo alla guerra dei contadini, la profezia ebbe un ruolo importante anche in occasione della seconda guerra di Villmergen (1712), della guerra di Ruswil (1799), dei contrasti sulla Costituzione lucernese (1831-32) e all'epoca del Sonderbund. Ancora nel 1914 la Schweizerische Kirchenzeitung e il Vaterland si occuparono della profezia in maniera critica.

Riferimenti bibliografici

  • Copie delle profezie di T. Wandeler (diverse non datate e una del 1799) presso StALU
  • M. Wandeler, «Eine politische Prophezeiung», in Gfr., 103, 1950, 118-178
  • M. Merki-Vollenwyder, Unruhige Untertanen, 1995, 177-184
Scheda informativa
Dati biografici ✝︎ forse 1652