de fr it

Jean-AntoineSarasin

25.4.1547 Lione, 30.12.1598 Ginevra, rif., di Lione, dal 1555 di Ginevra. Figlio di Philibert (->). 1) (1572) Marie Truchet, figlia di Jean; 2) (1591) Lucrèce Biandra, figlia di Alphonse. Conseguì il titolo di dottore in medicina a Montpellier (1573). Medico all'ospedale di Ginevra (1572-86), ebbe una clientela illustre, che comprendeva numerosi nobili. Lettore di medicina all'Acc. di Ginevra (1584), fu autore di uno scritto sulla peste (1571), in cui attribuiva la trasmissione dell'epidemia a degli avvelenatori, e di una traduzione in lat., considerata un classico, delle opere di Dioscoride Pedanio. Fece parte del Consiglio dei Duecento (1574).

Riferimenti bibliografici

  • Livre du Recteur, 5, 461
  • O. Reverdin, «Exposé, en forme de causerie, sur le Dioscoride de J.-A. Sarasin», in Médecine et morale dans l'Antiquité, a cura di H. Flashar et al., 1997, 365-381
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 25.4.1547 ✝︎ 30.12.1598

Suggerimento di citazione

Barras, Vincent: "Sarasin, Jean-Antoine", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 31.08.2009(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/014617/2009-08-31/, consultato il 26.02.2021.