de fr it

LudwigSterner

ca. 1470 forse a Racconigi (marchesato di Saluzzo, Piemonte), 1541 Bienne, dal 1505 di Friburgo e dal 1510 di Bienne. 1) (1505) la sorella o la figlia di Hartmann Krebs; 2) Anna Hegkibom (Eckenboum). Sotto processo a Bienne nel 1496, si rifugiò a Friburgo, dove il 17 novembre fu costretto a giurare solennemente di rinunciare alla vendetta. A Friburgo svolse probabilmente una formazione di notaio. Nel febbraio 1499 prese parte alla campagna nell'Hegau e nel marzo, come segr. di campo, a quella in Turgovia. Nel 1500-01 stilò una copia della cronaca delle guerre di Borgogna di Peter von Molsheim e della cronaca della guerra di Svevia di Johann Lenz. Dal 1503 o 1506 fino al 1510 fu attivo a Friburgo come notaio e cancelliere giurato. Nel 1510 perse il diritto di cittadinanza e l'impiego di cancelliere giurato e notaio per aver infranto il divieto di arruolare truppe mercenarie. Il 23.1.1510 dovette nuovamente giurare di rinunciare alla vendetta e abbandonare Friburgo. Già il 10 febbraio fu nominato cancelliere di Bienne per dieci anni; entrò in carica nell'estate del 1510. A Bienne rimase dapprima fedele al cattolicesimo e nel 1524 dovette di conseguenza lasciare la città e rifugiarsi alla corte del vescovo di Basilea a Porrentruy. Nel 1525 poté tornare a Bienne, aderì alla Riforma (1526) e ricoprì la carica di cancelliere fino alla morte. La sua biblioteca, che contava ca. 120-130 volumi, è oggi dispersa.

Riferimenti bibliografici

  • Documenti, atti e missive presso ACit Bienne
  • Registro notarile presso AEF
  • W. e M. Bourquin, Biel, stadtgeschichtliches Lexikon, 1999, 430 sg.
  • F. Schanze, L. Sterners Handschrift der Burgunderkriegschronik des Peter von Molsheim und der Schwabenkriegschronik des Johann Lenz mit den von Sterner beigefügten Anhängen, 2 voll., 2001-2006
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Utz Tremp, Kathrin: "Sterner, Ludwig", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 14.11.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/014774/2012-11-14/, consultato il 20.09.2021.