de fr it

August R.Lindt

5.8.1905 Berna, 14.4.2000 Berna, rif., di Berna. Figlio di August, farmacista e fabbricante di cioccolato, e di Lina Mathilde Rüfenacht. 1) Anna Gärtner; 2) Susan Dunsterville; 3) Ileana Bulova, vedova di Arde, industriale orologiero; 4) Manjula Jaggia, cittadina indiana. Studiò diritto a Berna e Ginevra, conseguendo il dottorato nel 1927. Lavorò inizialmente nell'ambito bancario e giornalistico, in Svizzera e all'estero (1929-40). Capo del servizio di informazione della sezione Esercito e Focolare (1941-45), sostenne una politica intransigente nei confronti del Terzo Reich, ponendosi in contrasto con personalità quali Gustav Däniker. Fu delegato per una missione speciale del CICR a Berlino (ottobre 1945-46) e collaboratore del Dip. politico fed. (DPF, oggi DFAE) dal novembre del 1946, dapprima come addetto stampa a Berna, e poi come consigliere di legazione a Londra. Osservatore presso l'ONU a New York dal 1953 al 1956 (con il rango di ministro plenipotenziario dal 1955), assunse diversi importanti incarichi negli organi delle Nazioni Unite: fu pres. del comitato esecutivo dell'UNICEF (1952), della conferenza sull'oppio (1953) e della delegazione sviz. alla conferenza sullo statuto dell'Agenzia intern. dell'energia atomica (1956), oltre che alto commissario per i rifugiati (1956-60). In seguito fu ambasciatore sviz. a Washington (1960-62), delegato alla cooperazione tecnica del DPF, ambasciatore a Mosca (1966-68), commissario generale del CICR in Africa (guerra del Biafra, 1968-69), ambasciatore in India e in Nepal e consigliere del pres. della Repubblica del Ruanda (1973-75, carica messa a disposizione dalla Svizzera dal 1963 al 1975). Per la sua forte personalità e il suo spirito indipendente, L. è considerato una delle personalità sviz. più influenti della sua generazione. L'Univ. di Ginevra gli conferì il dottorato h.c. nel 1960.

Riferimenti bibliografici

  • Die Schweiz, das Stachelschwein: Erinnerungen, 1992
  • Sardinenöl gegen Wodka: Erinnerungen eines Schweizer Diplomaten, 1988
  • Documentazione del DFAE
  • Fondo presso AfZ
  • R. Wilhelm et al. (a cura di), A. R. Lindt, 2002
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF