de fr it

René deWeck

Ritratto del diplomatico. Olio su tela realizzato da Ernest Hiram Brülhart, 1934 ca. © Musée d'art et d'histoire Fribourg.
Ritratto del diplomatico. Olio su tela realizzato da Ernest Hiram Brülhart, 1934 ca. © Musée d'art et d'histoire Fribourg.

14.5.1887 Friburgo, 12.6.1950 Berna, catt., di Friburgo. Figlio di Philippe, industriale, e di Marguerite de Boccard. Abiatico di Rodolphe (->). Cugino di Bernard (->). (1933, a Parigi) Blanche Bontemps, cittadina franc. Dopo l'Ecole des chartes a Parigi, studiò diritto a Friburgo (dottorato nel 1911) e Monaco di Baviera. Addetto di legazione a Londra (1913-17), fu collaboratore del DPF a Berna (1917), segr. di seconda classe (1918) e consigliere di legazione (1920) a Parigi e ministro di Svizzera a Bucarest (1933-45) e Roma (1945-50). Ostile alla Germania, a Bucarest si rese ben presto conto della minaccia costituita dal nazismo. Difese gli interessi della Svizzera, che rappresentò anche quelli della Gran Bretagna e degli Stati Uniti, appoggiò la fam. reale della Romania e intervenne in favore degli ebrei. Poeta, romanziere e saggista (La Suisse parmi les nations, 1947), dal 1913 tenne una rubrica sulla letteratura romanda nel Mercure de France. W. considerava la sua attività letteraria come quella principale.

Riferimenti bibliografici

  • Journal de guerre (1933-1945), a cura di S. Roth, 2001
  • Fondo presso BCUF
  • Francillon, Littérature, 2, 387-389
  • P. de Weck, R. de Weck, 2002
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF