de fr it

Sankt Georgenberg

Cappella e massiccio sperone roccioso sopra Berschis nel com. di Walenstadt (SG). Le tracce più antiche di insediamenti risalgono al Neolitico. È attestata l'esistenza di un cimitero altomedievale nei pressi delle località Capölla risp. Hellig Bungert ai piedi del S. Anche la cappella di S. Giorgio, menz. la prima volta nel 1491 e consacrata nel 1502, risale forse all'alto ME; l'edificio attuale a due navate venne costruito nell'XI/XII sec. Probabilmente nel XV sec. venne ampliato con una piccola torre e successivamente con un annesso a nord ovest, cit. come eremo femminile o maschile nei rendiconti delle visite pastorali del 1631 e del 1639. Decorata con dipinti (1580 ca.), in seguito la cappella fu ingrandita sul lato nordorientale e tutto l'edificio coperto da un tetto a due falde poco inclinate (1639-55). Nel 1823 venne costruito un nuovo tetto a spioventi e nel 1825 la torre fu rialzata. Il complesso fu sottoposto a lavori di restauro nel 1900-01 e nel 2005 sono stati eseguiti un'analisi della costruzione e il consolidamento degli affreschi.

Riferimenti bibliografici

  • MAS SG, 1951, 417-424
  • K. Roth-Rubi, «Keramikgefässe als historisches Zeugnis», in Frühe Kirchen im östlichen Alpengebiet, a cura di H. R. Sennhauser, 2, 2003, 859-864
  • P. D. Hatz, M. P. Schindler, «Walenstadt, Berschis, Kapelle St. Georg», in Denkmalpflege und Archäologie im Kanton St. Gallen 2004-2008, 2009, 250-253