de fr it

UlliTechtermann

non prima del 1389, menz. l'ultima volta nel 1454, dal 1432 di Friburgo. Figlio di Heintzmann, conciatore, e di una Elsina. Chiamato anche Berverscher, poiché originario di Barberêche. Fu alfiere del quartiere dell'Auge (1446-49). Tra il 1449 e il 1452, periodo in cui Friburgo conobbe una forte instabilità, fu un sostenitore dell'Austria e guidò la pop. rurale contro i signori fondiari filosavoiardi. Nel 1449 fu inviato presso il duca Alberto VI d'Asburgo con la richiesta di intervenire nel conflitto e spinse i contadini a inoltrare le loro rimostranze contro le imposte di guerra al signore cittadino austriaco. Dopo essere stato nominato membro nel Consiglio di Friburgo dal duca d'Austria (1449-50), nel 1450 venne arrestato su richiesta dei suoi avversari, ma fu liberato dai contadini e fuggì a Rheinfelden per sottrarsi all'imposta straordinaria destinata all'estinzione dei debiti di guerra. La sua lotta si concluse nel 1452, quando Friburgo si assoggettò al duca Ludovico di Savoia. Riuscì a evitare una punizione, ma non poté più tornare in patria.

Riferimenti bibliografici

  • Dossier presso AEF
  • A. Büchi, «Die Verschwörung gegen die Stadt Freiburg im Winter 1451/52», in FGB, 13, 1906, 130-150
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ non prima del 1389 Ultima menzione 1454