de fr it

KonradTanner

ca. 1555 Herisau, 1623 Güttingen, rif., dal 1591 ca. catt., di Herisau, poi di Appenzello, e di Uri. Figlio di Johannes e di Maria von Bollenstein. Verena Schiess. Al servizio della Francia fin dalla giovane età, divenne presto capitano. Tornato nella grande tenuta che aveva nei pressi di Appenzello, fu landscriba del baliaggio comune del Rheintal (1581-85); rientrò al servizio della Francia, nonostante un divieto delle autorità, dopo che la sua nomina a cancelliere cittadino di Rheineck venne impedita dalla ferma opposizione della città. Membro del Piccolo Consiglio di Appenzello Interno (1593-97), capitano della Rhode di Lehn, poi capitano generale (1597-1621), avogadro dei conventi femminili di Wonnenstein e Grimmenstein (1598), Landamano di Appenzello Interno (1599-1601, 1609-10, 1614-16) e per oltre 36 volte inviato alla Dieta fed., fu ancora a tratti attivo nel servizio mercenario in Ungheria e a Milano. Convertitosi al cattolicesimo, divenne un acceso fautore della Controriforma e fu il leader dei catt. durante la scissione del cant. Appenzello, dando probabilmente un contributo di rilievo alla stipulazione dell'alleanza con la Spagna (1596). Durante il cosiddetto affare T. tentò invano, con l'aiuto dei cant. catt., di impedire che nell'Appenzello Esterno venisse imposta la sola confessione rif. (1598-99). Nel 1605 fu tra i fondatori della Soc. appenzellese per il commercio della tela. Durante un pellegrinaggio a Roma, fu designato dal papa cavaliere "von Tau und Bollenstein".

Riferimenti bibliografici

  • AppGesch., 3, 11-20, 189 sg.
  • C. Rusch-Hälg, «Das mutmassliche Konversionsbüchlein des K. Tanner, Ritter von Tau und Bollenstein, von 1597», in IGfr., 39, 1998, 109-112
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF