de fr it

Malacrida

Fam. originaria della regione del lago di Como, che si trasferì successivamente in Valtellina, da dove fu cacciata dopo il Sacro Macello del 1620 a causa della sua fede rif. Elisäus si rifugiò a Parigi, dove strinse amicizia con ufficiali bernesi, che si presero cura di suo figlio Peter (1684). Quest'ultimo fu pastore a Reutigen (1649) e a Schlosswil (1659) e cappellano militare nel reggimento franc. von Erlach (1671); nel 1671 venne accolto a Berna come ab. perpetuo (Ewiger Einwohner). Elisäus (->), il suo figlio maggiore, fu il primo ecclesiastico ad abitare nella colonia sviz. di Potsdam. Il secondo figlio di Peter, Nikolaus (->), nel 1702 fondò la banca Malacrida e acquistò la cartiera di Worblaufen (1712/13), che più tardi fu venduta da suo figlio Niklaus Emanuel al cognato David Gruner. La linea bernese dei M. si estinse nel 1763 con la morte di Niklaus Emanuel.

Riferimenti bibliografici

  • J. R. Gruner, Genealogien der burgerlichen regimentsfähigen Geschlechter der Stadt Bern, ms., s.d., 147 sg. (presso BBB)
  • H. Gugger, Ittigen, 1998, 231-233