de fr it

MarcelNaville

12.8.1919 Genthod, 8.10.2003 Meyrin, rif., di Ginevra. Figlio di Charles-Frédéric, artista, e di Dora Amphoux. Abiatico di Edouard (->). (1943) Béatrice Vernet, figlia di Ernest, industriale, di Ginevra. Studiò lettere a Ginevra, conseguendo la licenza nel 1942. Impiegato presso la divisione degli interessi esteri del Dip. politico fed. (1943) e in seguito presso la divisione giur. del CICR (1943-46), compì poi una carriera bancaria, lavorando presso la Hentsch & Cie, la Banca ginevrina di commercio e di credito e la Soc. bancaria e divenendo direttore della Banca popolare sviz. (1965-67). Membro (1967-83) e pres. del CICR (1969-73) nel difficile periodo delle guerre del Biafra (1967-70), della Giordania (Settembre nero, 1970), del Vietnam (1961-75) e del Bangladesh (1971), promosse l'ampliamento delle relazioni del CICR attraverso le sue visite in URSS (1970), Cina (1971), Africa e America del nord e del sud. Fu pres. del Cercle de la presse et des amitiés étrangères (1964-69), membro del consiglio di amministrazione del Journal de Genève (1981-88, pres. dal 1984) e membro fondatore del Museo intern. della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (1981).

Riferimenti bibliografici

  • D. Fiscalini, Des élites au service d'une cause humanitaire, mem. lic. Ginevra, 1985
  • J. de Senarclens, Drapiers, magistrats, savants: la famille Naville, 500 ans d'histoire genevoise, 2006, 251-253
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 12.8.1919 ✝︎ 8.10.2003

Suggerimento di citazione

Pitteloud, Jean-François: "Naville, Marcel", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.03.2009(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/015206/2009-03-26/, consultato il 25.11.2020.