de fr it

Adelwil

Frazione del com. di Neuenkirch (LU), appartenente alla parrocchia di Sempach; (1173: Adelwile). Pop: 960 ab. nel 1695. La corte (Dinghof), abitata da uomini liberi e situata a sud della corte (Meierhof) di Sempach e del Berghof, comprendeva numerose fattorie isolate, distribuite su un ampio territorio a meridione del lago di Sempach. Verso il 1304 il territorio di A. era in gran parte soggetto all'officium asburgico di Sempach; poco più tardi fu attribuito al baliaggio di Rothenburg. Fino al 1798 ente pubblico territoriale, con l'avvento della Repubblica elvetica A. andò a formare, con le corti di Rippertschwand e Rüeggringen/Hellbühl, il com. di Neuenkirch. I boschi comuni furono divisi nel 1555. La cappella dei SS. Gallo, Einbeth e dei Quattordici Santi Ausiliatori risale probabilmente al XIII sec., ma è menz. per la prima volta nel 1370 quale filiale della chiesa di S. Martino di Kirchbühl (Sempach); l'edificio fu ristrutturato nel 1618-34. Nel 1624 le reliquie di S. Einbeth vennero trasferite da Strasburgo nella cappella; il culto della santa conobbe una nuova fioritura e A. divenne meta di pellegrinaggio.

Riferimenti bibliografici

  • MAS LU, 4, 1956, 284-292
  • G. P. Marchal, Sempach 1386, 1986
  • H. Wicki, Staat, Kirche, Religiosität, 1990, 193, 197 e 238
  • A. Ineichen, Innovative Bauern, 1996