de fr it

Ubertino daGnosca

Menz. dal 1362 a Claro, dove probabilmente risiedette già in precedenza, prima del 1407 . Figlio di Lanfranco. Detto anche Chierico. Attraverso l'acquisto di terreni da abitanti del luogo, ma anche di diritti decimali, in particolare dalla fam. Orelli di Locarno, riuscì a costituire un discreto patrimonio. Fu pure collettore delle decime spettanti nella regione ai Capitanei di Locarno e alla chiesa maggiore di Milano; dal 1370 al 1375 venne investito da quest'ultima della gastaldia di Claro, che comprendeva decime, beni immobili e diritti signorili su varie località delle valli ambrosiane. Nel 1374, infine, gli ordinari conti del capitolo maggiore milanese gli conferirono la piena giurisdizione per un anno nel territorio di G. e Gorduno.

Riferimenti bibliografici

  • L. Brentani, L'antica chiesa matrice di S. Pietro in Bellinzona, 2, 1934, 103-106
  • MDT, serie 2
  • K. Meyer, Die Capitanei von Locarno im Mittelalter, 1916, 18
  • Meyer, Blenio it., 9, 154-157
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1362 ✝︎ prima del 1407