de fr it

Antonio daPrato

Menzionato tra il 1449 e il 1484, forse di Prato (Leventina). Figlio di Giovanni, beneficiale della chiesa di S. Giorgio di Prato. Detto anche Antonio de Carlonibus, fu attivo dal 1449 al 1484 quale pubblico notaio residente a Faido. Insieme al vicario urano della Leventina, al notaio Antonio da Giornico e a Zane Piazza di Airolo è citato, in un documento del novembre 1478, quale comandante delle truppe leventinesi responsabili delle ostilità scatenate in territorio ducale. Si deve dunque presumere che prese parte all'assedio di Bellinzona nel dicembre di quell'anno e forse pure alla battaglia di Giornico del 28 dicembre 1478.

Riferimenti bibliografici

  • Materiali e documenti ticinesi. Serie 1, Regesti di Leventina, 1975
  • R. Fransioli, Prato Leventina nelle carte medievali e nella tradizione, 1985, 42-47
  • Ticino Ducale. Il carteggio e gli atti ufficiali. Gian Galeazzo Maria Sforza: Reggenza di Bona di Savoia, a cura di Giuseppe Chiesi, vol. III, tomo II, 2010
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1449 Ultima menzione 1484