de fr it

Louis deMarval

20.2.1745 Neuchâtel, 13.7.1803 Neuchâtel, rif., di Neuchâtel e dal 1787 di Valangin. Figlio di Samuel (->). Marianne Sandoz, figlia di François, signore di Rosières e Consigliere di Stato. Fu membro del Gran Consiglio (1765) e del Piccolo Consiglio (1769) di Neuchâtel, castellano di Le Landeron (1773), Consigliere di Stato (1775-1803), canonico di Magdeburgo (1788), ministro plenipotenziario della Prussia presso la Conf. (1792-95) e ciambellano del re di Prussia (1798). Strenuo avversario della Rivoluzione, presiedette la commissione di pubblica sicurezza nominata dal Consiglio di Stato nel 1790 per contrastare le mire del Club hélvetique nel principato di Neuchâtel. Si preoccupò in primo luogo di rafforzare i legami di Neuchâtel con la Conf., sostenuto in questo intento dall'amico Karl Müller-Friedberg. Alla fine di aprile del 1792, con lo scoppio del conflitto tra la Francia e la Prussia, il principato di Neuchâtel, appartenente al re di Prussia e alleato alla Svizzera, si trovò in una situazione critica. Si temette un'invasione delle truppe franc. analogamente a quanto avvenuto nel nord del principato vescovile di Basilea, territorio imperiale. Ministro della Prussia presso la Conf., nel maggio del 1792 ottenne dalla Dieta di Frauenfeld il riconoscimento della neutralità elvetica anche per il principato di Neuchâtel, compiendo in tal modo un primo passo verso l'adesione di quest'ultimo alla Svizzera. La caduta della vecchia Conf. nel 1798 e la cessione del principato a Louis-Alexandre Berthier rimandarono tuttavia l'integrazione di Neuchâtel nel Corpo elvetico al 1814.

Riferimenti bibliografici

  • AFam presso AEN
  • Quellet-Soguel, Notices, AEN
  • M. Godet, «Lettres de l'avoyer Nicolas-Frédéric de Steiger à Louis Marval, 1777 à 1798», in MN, 1915, 97-124
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF