de fr it

Simon deNeuchâtel-Vaumarcus

Menzionato la prima volta nel 1479, 1535 . Figlio di Jean II, signore di Vaumarcus, Gorgier e Travers, e di Marie de Menthon, figlia di Jean, cosignore di Aubonne. Canonico della collegiata di Neuchâtel e protonotaio apostolico, è citato anche quale Consigliere di Stato dal 1530. Nonostante la sua condizione di ecclesiastico, nel 1512 ottenne l'autorizzazione di possedere un feudo e divenne cosignore, insieme al fratello Claude I, di Gorgier e di Travers. Le cariche politiche ed ecclesiastiche da lui ricoperte ne fecero un personaggio influente a Neuchâtel. all'epoca della Riforma. Lasciò i propri beni al nipote Lancelot permettendo così la riunificazione delle terre di famiglia.

Riferimenti bibliografici

  • Quellet-Soguel, Notices, AEN
  • E. Quartier-la-Tente, Le canton de Neuchâtel, 2, 1912, 752-764; 3, 1893, 755 sg.
Scheda informativa
Variante/i
Simon de Neuchâtel
Appartenenza familiare
Dati biografici Prima menzione 1479 ✝︎ 1535

Suggerimento di citazione

Bartolini, Lionel: "Neuchâtel-Vaumarcus, Simon de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.11.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/015724/2010-11-04/, consultato il 23.11.2020.