de fr it

Andreas vonTuhr

14.2.1864 San Pietroburgo, 16.12.1925 Zurigo, prot., cittadino russo. Figlio di Nicolai, capo procuratore alla Corte di cassazione, Consigliere di Stato dell'Impero russo e senatore. La fam. si trasferì a Baden-Baden. Dal 1881 T. studiò diritto a Heidelberg (con Ernst Immanuel Bekker), Lipsia, Strasburgo e Berlino, conseguendo il dottorato a Heidelberg (1885) e l'abilitazione (1888, con la tesi Der Notstand im Zivilrecht). Professore straordinario all'Univ. di Basilea (1891), fu giudice civile della Corte d'appello di Basilea (a tempo parziale), professore ordinario di Pandette e diritto sviz. delle obbligazioni a Basilea (1893) e professore a Strasburgo (1898). Dopo la guerra dovette abbandonare l'Alsazia (1918), insegnò un semestre a Halle e un altro a Colonia (1919-20) e divenne professore all'Univ. di Zurigo (1920). Fu autore di importanti lavori sul diritto civile (Zur Schätzung des Schadens in der Lex Aquila,1892; Actio de in rem verso, 1895) e di commenti particolarmente influenti su quello ted. (Der allgemeine Teil des deutschen bürgerlichen Rechts, 2 voll., 1910-18) e sul Codice sviz. delle obbligazioni (Allgemeiner Teil des Schweizerischen Obligationenrechts, 2 voll., 1924-25, terza edizione nel 1984), di riferimento ancora all'inizio del XXI sec.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso UZH Archiv
  • A. B. Schwarz, A. von Tuhr, 1938
  • U. Falk, «A. von Tuhr», in Juristen, a cura di M. Stolleis, 1995, 622 sg.
  • U. Fasel, «Auf den Spuren von Tuhrs», in Tradition mit Weitsicht, a cura di W. Wiegand et al., 2009, 129-144
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.2.1864 ✝︎ 16.12.1925