de fr it

FrançoisPoullain de la Barre

nel luglio del 1647 a Parigi, 4.5.1723 Ginevra, catt., poi prot., dal 1716 di Ginevra (cittadinanza conferita a titolo gratuito). Figlio di Nicolas, avvocato al parlamento di Parigi. (1690) Marie Ravier, figlia di Antoine, di Ginevra. Conseguì il titolo di magister artium alla Sorbona (1663) e il baccellierato in teol. (1666). La sua frequentazione dei circoli cartesiani lo indusse a redigere il primo trattato femminista in lingua franc. (De l'égalité des deux sexes [...], 1673), in cui metteva in discussione il pregiudizio universale dell'inferiorità delle donne. In seguito fu autore delle opere De l'éducation des dames [...] (1674) e De l'excellence des hommes [...] (1675), in cui confutò un'ultima volta i principali argomenti dell'epoca contro l'uguaglianza dei sessi. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di sacerdote in Piccardia, si convertì al protestantesimo e si rifugiò a Ginevra, dove nel 1688 chiese di ottenere lo statuto di habitant. Professore al Collège di Ginevra, pubblicò le opere Essai des remarques particulières sur la langue françoise pour la ville de Genève (1691) e La doctrine des protestans [...] (1720).

Riferimenti bibliografici

  • M. Alcover, Poullain de la Barre, 1981
  • G. Conti Odorisio, Poullain de la Barre e la teoria dell'uguaglianza, 1996
  • S. Stuurman, F. Poulain de la Barre and the Invention of Modern Equality, 2004
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ nel luglio del 1647 ✝︎ 4.5.1723