de fr it

Isabelle deMontolieu

7.5.1751 (Elizabeth-Jeanne-Pauline) Losanna, 29.12.1832 Losanna, rif., di Bottens. Figlia di Jean-Antoine-Noé Polier e di Elisabeth-Antoinette-Suzanne Lagier de Pluviannes. Sorella di Etienne Henri Georges Polier. 1) (1769) Benjamin de Crousaz de Mézery, figlio di Henri; 2) (1786) Louis de M., barone, figlio di Frederich Charles, direttore della Borsa franc. di Losanna. Si dedicò alla scrittura, in particolare dopo essere rimasta vedova per la seconda volta (1800). L'opera è costituita principalmente da rielaborazioni di intrighi sentimentali tratti da altri ambiti letterari, ma si ispira anche a episodi di storia locale. Autrice di numerosi romanzi, ebbe grande successo soprattutto con Caroline de Lichtfield (1786) e I castelli sviz. (1816). Tradusse inoltre diversi romanzi ted. e inglesi e nel 1814 realizzò una versione franc. del Robinson sviz. di Johann David Wyss (seconda edizione riveduta e ampliata nel 1816).

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso BCUL
  • C. Jaquier, L'erreur des désirs: romans sensibles au XVIIIe siècle, 1998
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.5.1751 ✝︎ 29.12.1832

Suggerimento di citazione

Maggetti, Daniel: "Montolieu, Isabelle de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 27.09.2017(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/015902/2017-09-27/, consultato il 01.12.2020.