de fr it

Glärnisch

Il Glärnisch davanti al passo del Fluhberg il 10.5.1794. Penna e acquerello di Hans Conrad Escher von der Linth (ETH-Bibliothek Zürich, Graphische Sammlung).
Il Glärnisch davanti al passo del Fluhberg il 10.5.1794. Penna e acquerello di Hans Conrad Escher von der Linth (ETH-Bibliothek Zürich, Graphische Sammlung).

Massiccio sul versante sinistro della valle della Linth nel cant. Glarona; (1560: Glärnischt). È costituito dal Vorderglärnisch (2327 m), che si innalza direttamente dalla valle a sud ovest di Glarona, dal Vrenelisgärtli (2904 m) e dal Ruchen (2901 m), le cime più alte situate ancora più a ovest. Sopra la base del massiccio, di verrucano e flysch, si trovano calcare del Giura, diverse formazioni cretacee e concrezioni fossili (soprattutto banchi di ostriche). In epoca preistorica si verificò una gigantesca frana sul versante sudorientale tra il Vorderglärnisch e il Vrenelisgärtli, i cui detriti caratterizzano la topografia della valle da Schwanden a Glarona. Attorno al 1525 a Guppen sopra Schwanden si sfruttavano miniere di argento, più tardi anche di minerale di ferro, che nel XVI sec. veniva estratto anche sul versante del Klöntal al di sotto del Ruchen. Nel 1593 e nel 1594 si verificarono delle frane alle cosiddette Drei Schwestern sul Vorderglärnisch. Nel 1867 fu costruito il primo rifugio (inaugurazione nel 1868). Nel 1885 fu realizzata presso l'accesso al Ruchen la capanna del Club alpino sviz., a 1995 m di altitudine, che fu più tardi ampliata (1931) e ristrutturata (1985). Tra il 1926 e il 1968 il G. fu una riserva di selvaggina.

Riferimenti bibliografici

  • W. Blumer, Der Glärnisch in der Entwicklung des Kartenbildes, 1934
  • R. Bühler, Vom Glärnisch, 1937
  • Glarner Nachrichten, 23.7.1993
Link
Controllo di autorità
GND