de fr it

Gilles

2.6.1895 Vernex (Montreux), 26.3.1982 Saint-Saphorin (Lavaux), riformato, di Daillens. Figlio di Louis Villard e di Mathilde Nélida nata Isoz. 1) (1921) Charlotte Moisson, figlia di Charles Moisson, ingegnere (divorzio nel 1935); 2) Evelyne Wuerchod, figlia di David Wuerchod. Jean Jacques Maurice Villard, che adottò lo pseudonimo Gilles nel 1932, nel 1918 interpretò il ruolo del diavolo nella prima messa in scena a Losanna della Storia del soldato di Charles Ferdinand Ramuz e Igor Stravinskij. Regista e attore con Jacques Copeau a Parigi (1919-1924), poi in Borgogna con la compagnia di giovani attori Copiaus (1924-1929), fu in seguito autore, compositore e interprete. Nel 1940 fondò a Losanna il cabaret Au Coup de Soleil, punto di riferimento per la resistenza, animato da uno spirito francofilo. Tornato a Parigi nel 1947, vi aprì il cabaret Chez Gilles. Si propose al pubblico in duo (con Aman Maistre: Gilles e Julien, 1932-1939; con Edith Burger: Edith e Gilles, 1940-1948; con Albert Urfer: Gilles e Urfer, 1948-1975), interpretando le proprie composizioni (Dollar, 1932; Les Trois Cloches, 1940; 14 juillet, 1942; Le Bonheur, 1948; La Venoge, 1954; Nos Colonels, 1958), che lo resero una delle principali figure della canzone francese. Autore drammatico, due delle sue pièce teatrali furono rappresentate per la prima volta al Théâtre du Jorat (Passage de l'étoile, 1950; La Grange aux Roud, 1960).

Riferimenti bibliografici

  • Urfer, Albert: Qui va piano..., 1978.
  • Décotte, Alex: Le siècle de Gilles, 1995.
  • Francillon, Roger (a cura di): Histoire de la littérature en Suisse romande, vol. 3, 1998, pp. 185-192, 197.
Completato dalla redazione
  • Rumpf, Olivier; Perny, Marie: Jean Villard Gilles. Une biographie artistique, 2020.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Jean Jacques Maurice Villard (nome alla nascita)
Jean Villard Gilles
Jean Villard-Gilles
Dati biografici ∗︎ 2.6.1895 ✝︎ 26.3.1982

Suggerimento di citazione

Aguet, Joël: "Gilles", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.07.2007(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/016076/2007-07-11/, consultato il 20.04.2021.