de fr it

Schafmatt

Valico del Giura a forma di sella (793 m) che, lungo il tratto Gelterkinden-Aarau, collegava l'ansa del Reno all'Altopiano orientale e che nel XIX sec. perse la sua funzione di passo; (1276: Schafmatt; 1363: Schochmatt; 1510: Schachmatt). A nord del com. di Rohr (SO), l'asse principale si divideva in diverse linee in direzione dei com. di Oltingen e Zeglingen (BL). La diffusione di reperti dell'età del Ferro nella regione fa supporre che in epoca preistorica il passo avesse un ruolo importante nel traffico sovraregionale; probabilmente venne percorso anche in epoca romana. Nell'alto ME il collegamento più breve tra la regione di Basilea e la Svizzera centrale passava per la S., che durante tutto il ME fu attraversata da pellegrini, carrettieri e commercianti. Dal XV al XVII sec. servì soprattutto per lo scambio di merci su scala regionale, quando contadini della parte superiore della campagna basilese rifornivano il mercato settimanale di Aarau. Posti di dogana a nord e a sud del valico testimoniano tuttavia anche del suo ruolo nel commercio sovraregionale. La S. ebbe un'importanza strategica nella guerra di Svevia (1499), quando fu attraversata dalle truppe conf. per aggirare il territorio austriaco e giungere da Aarau a Dornach. Nel cosiddetto affare della S., Basilea e Berna furono in competizione con Soletta per gli introiti daziari provenienti dalle vie parallele dell'Hauenstein inferiore e della S., utilizzate nel commercio a lunga distanza. Con l'apertura del Bänkerjoch (1705-06), Basilea e Berna elusero il blocco solettese del commercio di transito sulla S. Di rilevanza solo regionale nel XVIII sec., il passo perse ogni importanza nel XIX sec.

Riferimenti bibliografici

  • W. Reber, Zur Verkehrsgeographie und Geschichte der Pässe im östlichen Jura, 1970
  • UB SO, 2
  • E. Schwabe, «Ein historisch interessanter Jurapass, die Schafmatt», in Der Mensch in der Landschaft, a cura di K. Aerni et al., 1986, 467-474
  • Documentazione IVS BL, 13; SO, 11
Classificazione
Trasporti / Passo