de fr it

BergierVD

Nicolas Bergier (1686-1741) vestito da cacciatore; olio su tela del 1732 realizzato da Barthélemy Guillebaud (Musée historique de Lausanne).
Nicolas Bergier (1686-1741) vestito da cacciatore; olio su tela del 1732 realizzato da Barthélemy Guillebaud (Musée historique de Lausanne). […]

Fam. cittadina di Losanna dal 1442, proveniente, con Jean, da Chambéry (F); nel Paese di Vaud detenne numerosi feudi e signorie. Un ramo della fam. è tuttora esistente. Nel ME alcuni B. furono importanti dignitari della Chiesa; dopo il 1536 numerosi suoi membri appartennero al clero rif. La fam. fornì, fino al 1798, un buon numero di ufficiali agli eserciti stranieri (spec. Olanda, Francia, Sardegna, Spagna e Inghilterra). Sotto il regime bernese i B. ricoprirono a più riprese la carica di scriba balivale (XVI-XVII sec.) e fecero parte di diversi Consigli cittadini. Operarono anche in vari settori delle magistrature cittadine, rivestendo le cariche di tesoriere, alfiere, giudice, preposto all'ospedale, preposto alle costruzioni, Grossweibel, castellano di Montheron e segr. della corte di giustizia di Ecublens. Alcuni si misero in luce durante la rivoluzione vodese e sotto la Repubblica elvetica. Jean ebbe due figli: Jean, che officiò nella cappella di Nostra Signora, divenendone nel 1536 il tesoriere, e Nicod (1548), che fu il chirurgo degli ultimi due vescovi di Losanna. Jacques (1500?-1572), figlio di Nicod, fu segr. della Disputa di Losanna del 1536, ed ebbe tre figli, Jean (1591), André (1593) e Jacques (1550-1624), all'origine dei rami di Lutry, di Jouxtens (estinti agli inizi del XIX sec.) e di Le Mont(-sur-Lausanne). Il ramo di Lutry acquistò la proprietà di Les Bergières a Losanna. David-Abraham (->) fu l'ultimo rappresentante del ramo di Jouxtens. Tra i discendenti del ramo di Le Mont si sono affermati Jean-Pierre (->), suo figlio Gabriel (->), il suo abiatico Jean-Pierre (->), Pierre-Elie (->) e Victor (->).

Riferimenti bibliografici

  • Dossier geneaologici presso ACV
  • AFam Jean-François Bergier, Zugo
  • J.-F. Bergier, «La famille Bergier autour de 1803», in Vaud sous l'Acte de Médiation, 2002, 79-81