de fr it

AnnePerrier

16.6.1922 Losanna, 16.1.2017 Saxon, rif., poi catt., di Sainte-Croix. Figlia di Guillaume, architetto, e di Elise Meunier. (1947) Jean Hutter, editore e direttore delle Editions Payot Lausanne. Dopo la maturità compì studi di lettere (non conclusi) a Losanna. Esitando in un primo tempo tra la musica e la lirica, pubblicò poi le prime poesie nelle riviste Lettres e Rencontre (1943-53) e, dopo la conversione al cattolicesimo e l'incontro con Charles Journet, in Nova et vetera (inizio degli anni 1950-60). Nel periodo 1960-70 strinse legami d'amicizia con Philippe Jaccottet, Maurice Chappaz, Gustave Roud, il poeta portoghese Cristovam Pavia e, dal 1972, il poeta franc. Pierre-Albert Jourdan. Si espresse fermamente per l'autonomia dell'arte, libera da qualsiasi forma di impegno. La sua scrittura si distingue per un uso parsimonioso delle forme retoriche, che si traduce in una semplicità del lessico e un'estetica della laconicità. La sua lirica è strettamente legata al quotidiano, vissuto come avventura spirituale. Le poesie di P., caratterizzate dalla brevità, dall'oralità e dalla religiosità, interrogano le meraviglie del mondo, concentrandosi sul dolore dell'assenza ed evocando una natura umile e pacifica (alberi, fiori, uccelli, api) con cui il soggetto lirico entra in dialogo. P. ottenne diverse onorificenze, tra cui il premio Rambert (1971), il premio Schiller (1976), il premio degli scrittori vodesi (1996), il gran premio della letteratura franc. al di fuori della Francia (2000) e il premio della Fondazione Leenards (2003).

Riferimenti bibliografici

  • La via nomade, 2005
  • La voie nomade: et autres poèmes: œuvres complètes, 1952-2007, 2008
  • Fondo presso BCUL
  • P. Amstutz, «Admiranda levium spectacula rerum», in Ecriture, 52, 1998, 70-76
  • Francillon, Littérature, 3, 153-166
  • J.-M. Baude, A. Perrier, 2004
  • Plans-fixes, [film], 2007
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.6.1922 ✝︎ 16.1.2017