de fr it

Jean-CharlesPotterat

13.11.1932 Losanna, 18.9.1990 Losanna, rif., di Chavannes-le-Chêne. Figlio di Lucien, ufficiale di polizia, e di Yvonne Reymond, insegnante alla scuola magistrale di Losanna. 1) (1960) Monique Boisaubert (✝︎1984), cittadina franc.; 2) (1989) Claudine Jaquier, farmacista. Dopo la licenza in lettere a Losanna (1956) soggiornò a Parigi (1957-59), dove si occupò di letteratura barocca. A Losanna fu docente di franc., lat. e cultura antica al collegio di Villamont (1959-68) e di franc. nei licei della Cité (1968-76) e di Chamblandes (1976-89); inoltre insegnò al liceo serale (1976-86). Critico letterario (spec. di opere liriche), collaborò occasionalmente con la Gazette littéraire, il Journal de Genève, la Revue de Belles-Lettres e la rivista Etudes de lettres. Concepì la sua critica letteraria (raccolta in L'Ombre absoute, 1989) come un rapporto dialettico tra lettura e scrittura e fu consapevole della soggettività implicita alla sua visione dell'opera d'arte, che fosse letteraria o grafica. Le sue interpretazioni delle opere di Edmond-Henri Crisinel, Pierre-Louis Matthey, Georges Nicole e Gustave Roud fecero scuola.

Riferimenti bibliografici

  • Revue Archipel, 1991, n. 3
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 13.11.1932 ✝︎ 18.9.1990