de fr it

WernerRenfer

16.6.1898 Corgémont, 27.3.1936 Saint-Imier, rif., di Lengnau (BE). Figlio di Alexandre, contadino, e di Bertha Widmer. Germaine Berthoud. Conseguì il diploma di ingegnere agronomo al Politecnico fed. di Zurigo. Dopo una fuga a Parigi con la futura moglie, R., spinto dal bisogno di scrivere, si stabilì a Saint-Imier e divenne redattore del giornale locale Le Jura bernois (1925-36). In una regione in cui arti e letteratura godevano allora di scarsa attenzione, tentò con il sostegno del pittore Albert Schnyder, suo amico, di animare la vita culturale della valle, senza però riuscire a vincere la pesante solitudine che lo opprimeva. Prima di morire ebbe la consolazione di vedere pubblicate le tre opere a cui teneva maggiormente (1933): Hannebarde (romanzo), La tentation de l'aventure (racconti) e la raccolta La beauté du monde, in cui la sua poesia, provinciale per i temi affrontati, si tinge di un surrealismo originale ispirato a Guilllaume Apollinaire e alla rivista Le Minotaure.

Riferimenti bibliografici

  • Œuvres, a cura di P.-O. Walzer, 3 voll., 1958
  • Fondo presso BiCJ
  • P.-O. Walzer, Visage et vertus du poète jurassien W. Renfer, 1954
  • Francillon, Littérature, 2, 365-368, 393-396
  • B. Traber, Das Abenteuer Provinz, 1999
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.6.1898 ✝︎ 27.3.1936