de fr it

YvetteZ'Graggen

Ritratto della scrittrice realizzato nel comune ginevrino di Anières, suo luogo di domicilio, dal fotografo Sandro Campardo (24.9.1998) © KEYSTONE / Sandro Campardo.
Ritratto della scrittrice realizzato nel comune ginevrino di Anières, suo luogo di domicilio, dal fotografo Sandro Campardo (24.9.1998) © KEYSTONE / Sandro Campardo.

31.3.1920 Plainpalais (oggi com. Ginevra), 16.4.2012 Collonge-Bellerive, rif., di Schattdorf e Lancy. Figlia di Johann Heinrich, dentista, e di Alice Heksch. (1953) Robert Brunel (divorzio nel 1978). Dopo la maturità a Ginevra si formò come segr. Durante la guerra collaborò con la Croce Rossa intern. Dal 1952 al 1982 realizzò trasmissioni culturali e letterarie per la Radio della Svizzera romanda. In seguito lavorò alla Comédie de Genève sotto la direzione di Benno Besson (1982-89). Autrice di numerose pièce radiofoniche, fu attiva anche come traduttrice letteraria dall'it. e dal ted. La sua opera comprende romanzi (La vie attendait, 1944; Cornelia, 1985; La Punta, 1992), novelle che illustrano la condizione delle donne e testi autobiografici che riflettono in maniera lucida il ruolo della Svizzera negli avvenimenti di attualità (Un temps de colère et d'amour, 1980; Les années silencieuses, 1982; Changer l'oubli, 1989; Ciel d'Allemagne, 1996).

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ASL
  • E. Habersaat, Y. Z'Graggen, 1987
  • F. Fornerod, «Y. Z'Graggen; de la fiction à la vérité», in Bulletin francophone de Finlande, 1992, n. 4, 76-82
  • Plans-fixes, [film], 1992
  • Ecriture, 46, 1995
  • Le Temps, 17.4.2012
  • Viceversa Letteratura, 2012
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Yvette Zgraggen
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 31.3.1920 ✝︎ 16.4.2012

Suggerimento di citazione

Fornerod, Françoise: "Z'Graggen, Yvette", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.01.2015(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/016188/2015-01-25/, consultato il 24.11.2020.