de fr it

AlbertCohen

16.8.1895 Corfù (Grecia), 17.10.1981 Ginevra, isr., dal 1919 cittadino di Ginevra. Figlio di Marc, industriale, e di Louise Ferro, di origine it. 1) Elisabeth Brocher, figlia di Emile, pastore rif.; 2) Marianne Goss, figlia di Henri; 3) Bella Berkowich, figlia di Jack. Frequentò le scuole di Marsiglia, dove i suoi genitori erano emigrati attorno al 1900 e dove strinse amicizia con Marcel Pagnol. Studiò diritto all'Univ. di Ginevra (1915-19). Fu addetto presso la divisione diplomatica dell'org. intern. del lavoro (OIL) di Ginevra (1926-32) e poi consigliere giur. del Comitato intergovernativo per i rifugiati (1939). Dopo un soggiorno a Parigi, risiedette per sei anni (1940-46) a Londra in qualità di rappresentante dell'Agenzia ebraica per la Palestina. Rientrato nel 1947 a Ginevra, venne nominato direttore del servizio di protezione giuridica e politica dei rifugiati presso l'ONU (1947-54). Rifiutò la nomina ad ambasciatore in Israele per dedicarsi alla letteratura.

La sua opera può essere suddivisa in due filoni; del primo, intimistico, è rappresentativa soprattutto la trilogia autobiografica: Libro di mia madre (1992, franc. 1954), A voi fratelli umani (1990, franc. 1972), Carnets 1978 (1979) e un dramma, Ezéchiel, messo in scena alla Comédie française nel 1933. Il secondo, romanzesco e caratterizzato da uno stile eroicomico, comprende Solal (1994, franc. 1930), Mangeclous (1938), Bella del Signore (1991, franc. 1968) e Les Valeureux (1969). L'opera di C. è pervasa dalla satira feroce di una società in via di disgregazione, dove l'allegra derisione del mito della passione si accompagna alla celebrazione lirica della donna. La condizione degli ebrei è uno dei temi dominanti dei suoi lavori. Ricevette il gran premio per il romanzo dell'Académie française per il romanzo Bella del Signore (1968).

Riferimenti bibliografici

  • H. Nyssen, Lectures d'A. Cohen, 1981
  • D. R. Goitepin-Galperin, Visage de mon peuple: essai sur A. Cohen, 1982
  • J. Blot, A. Cohen, 1986
  • J. Blot, A. Cohen ou Solal dans le siècle, 1995
  • Francillon, Littérature, 3, 343-353
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.8.1895 ✝︎ 17.10.1981