de fr it

MartinJost

prima del 23.5.1616, catt., dal 1573 di Ernen. Cäcilia Nessler alias Clausen. Fu membro della familia del gran balivo (1563 ), notaio (1572), rappresentante della decania del Goms alla Dieta vallesana (dal 1574), maior (1580, 1584 e 1609) e alfiere della decania del Goms (dal 1597). Nel 1581 costruì con la moglie la casa Jost-Sigristen a Ernen, poi ampliata nel 1598. In seguito a una rivolta popolare scoppiata per motivi confessionali, nel dicembre del 1603 perse temporaneamente la carica di alfiere della decania (fino al 1607). Balivo (gouverneur) di Monthey (1591-92), fu uno dei gerenti della miniera presso Mörel (1606-08). Delegato delle decanie vallesane, nel 1615 negoziò un'alleanza tra il ducato spagnolo di Milano, le decanie del Goms e di Briga e il terziere di Mörel diretta contro gli interessi del Vallese e dei suoi alleati (Francia, Savoia, Berna). Imprigionato e destituito da tutte le sue cariche, morì di peste o fu giustiziato nelle carceri di Sion.

Riferimenti bibliografici

  • J. Lauber, «Verzeichnis der Zehnden-Beamten vom Goms», in Walliser Landeschronik, 3, 1925, n. 1, 2; 4, 1926, n. 3, 23; 5, 1927, n. 1, 5
  • MAS VS, 2, 1979, 72-74
  • von Roten, Landeshauptmänner, 1991, 215, 247-248, 268
  • C. Schnyder, Reformation und Demokratie im Wallis (1524-1613), 2002, 198-202
Scheda informativa
Dati biografici ✝︎ prima del 23.5.1616