de fr it

Jean Adrien deTorrenté

24.12.1726 Sion, 21.10.1778 Sion, catt., di Sion. Figlio di Jean Philippe (->) e di Marie-Cécile Barberini. (1755) Marie Barbe nata. T., figlia di Antoine, borgomastro di Sion. Iniziò la carriera come notaio, poi entrò quale magistrato al servizio della sua città natale, dove fu console della sosta (Sustenkonsul, 1755), cancelliere cittadino (1762-70), visdomino e castellano del visdominato (Nachtkastlan, 1770-72) nonché gran castellano e deputato alla Dieta vallesana (1776-78). Succedette al padre come segr. vescovile, cancelliere del capitolo cattedrale e castellano della signoria di Clèbes (proprietà dell'abbazia di Saint-Maurice). Basandosi sulle sue conoscenze del diritto consuetudinario e della giurisprudenza, redasse un commento in lat. sugli Statuta Patriae Vallesii, che, benché incompiuto, venne spesso utilizzato. Geometra e disegnatore di talento, realizzò un piano del Grand-Pont di Sion e una veduta della città.

Riferimenti bibliografici

  • J. Fayard-Duchêne, «Du val d'Anniviers à Sion: la famille de Torrenté des origines à nos jours», in Vallesia, 61, 2006, 1-299, spec. 120-122, 237 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.12.1726 ✝︎ 21.10.1778