de fr it

Société jurassienne d'émulation

Dalla sua fondazione nel 1847 a Porrentruy, per iniziativa di Xavier Stockmar, la Société jurassienne d'émulation lavora all'impatto culturale del Giura in ambito letterario, storico, scientifico e artistico, in particolare attraverso la pubblicazione annuale dei suoi Actes. Nel XIX sec. la soc. partecipò a diversi dibattiti di interesse generale (assistenza, riorganizzazione della cittadinanza, insegnamento, industrie, ecc.), rifiutando di assumere uno spirito partigiano e confessionale. Insieme alle altre ass. giurassiane, nel 1943 presentò rivendicazioni culturali alle autorità bernesi e nel 1947, in seguito all'affare Moeckli, prese parte alla costituzione del Comitato di Moutier. Dopo i voti plebiscitari per l'autodeterminazione del Giura (1974-75), la Société jurassienne d'émulation ridefinì il proprio ruolo individuandolo nella vigilanza sulla unità morale, culturale e identitaria del Giura storico. La soc., che nel 2010 contava 2000 membri e 17 sezioni nel Giura (cant. e Giura bernese) e in alcune città della Svizzera franc. e ted., diede vita a sei circoli, volti specificatamente agli studi storici (1970), scientifici (1971), all'archeologia (1990), alla matematica e alla fisica (1997), al dialetto (2000) e alla letteratura (2005). Ass. dedita all'organizzazione di incontri ed esposizioni e all'assegnazione di riconoscimenti, svolge anche un'intensa attività editoriale; ha curato tra l'altro la pubblicazione dell'Anthologie jurassienne (1964-65) e della Nouvelle histoire du Jura (1984).

Riferimenti bibliografici

  • Le livre du centenaire, 1847-1947, 1947
  • C. Hauser, F. Kohler, «L'Emulation dans quelques-unes de ses œuvres (1947-1997)», in Actes SJE, 1997, 13-63 (con bibl.)
Link

Suggerimento di citazione

Noirjean, François: "Société jurassienne d'émulation", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 20.04.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/016437/2010-04-20/, consultato il 19.05.2021.