de fr it

OperaKolping

L'Opera Kolping è una soc. di laici catt. organizzata a livello nazionale e attiva in tutto il mondo. Derivata dalla prima soc. di garzoni (Gesellenverein) creata nel 1846 da Johann Gregor Breuer a Elberfeld (oggi Wuppertal), è divenuta un'org intern. con finalità religiose e di riforma sociale grazie ad Adolph Kolping, sacerdote di Colonia, che dal 1849 si dedicò con successo al suo sviluppo.

In Svizzera il primo Gesellenverein fu fondato ad Appenzello nel 1853. In seguito ne furono costituiti altri: nel 1854 a Rorschach, nel 1855 a San Gallo, nel 1859 a Basilea, nel 1861 a Lucerna, nel 1862 a Friburgo, nel 1863 a Zurigo, Soletta e Sciaffusa e nel 1865 a Neuchâtel e Baar. Fino alla prima guerra mondiale, queste ass. in Svizzera riunirono soprattutto artigiani stranieri che compivano la loro formazione itinerante. Attraverso un'adeguata formazione dei membri e la loro integrazione sociale e religiosa si cercava di evitare il declino sociale, l'allontanamento dal cristianesimo e l'influsso di socialismo e comunismo. Dal 1914 i Gesellenvereine, organizzati su base parrocchiale, acquisirono un profilo specificamente sviz. con una propria cassa malati (1917), una rivista (1918) e propri edifici (fra cui l'albergo Kolping a Oberiberg). Dopo il Concilio Vaticano II, le strutture associative furono adeguate ai nuovi rapporti instauratisi fra Stato e Chiesa. Nel 1967 l'ass. prese il nome di Opera Kolping Svizzera e nel 1971 integrò l'ass. Altkolping e venne aperta anche alle donne. Dal 1978 l'Opera Kolping è impegnata negli aiuti allo sviluppo intern. Nel 2004 comprendeva 87 fam. Kolping (ass. locali) in dieci regioni, con ca. 11'000 membri.

Riferimenti bibliografici

  • H.-J. Kracht, Adolph Kolping, 1993
  • AA. VV., Kolping Appenzell 1853-2003, 2003