de fr it

Scoutismo

Le origini dello scoutismo, Movimento giovanile attivo sul piano intern., risalgono al campo per ragazzi organizzato nel 1907 da Robert Stephenson Smyth Baden-Powell in Inghilterra e nel 1910 proposto anche alle ragazze. Fautore della liberalizzazione dell'educazione, il movimento pone l'accento sul rafforzamento del carattere dell'individuo: inseriti in una comunità di coetanei, i giovani devono sviluppare le loro capacità individuali, fisiche, intellettuali e spirituali. Lo scoutismo si diffuse rapidamente al di fuori dell'Inghilterra. Nel 1920 si svolse a Londra il primo Jamboree a cui parteciparono 8000 giovani provenienti da 27 Paesi. Da allora questo raduno intern. di scout fu organizzato a varie riprese. Il movimento si sviluppò anche nelle città sviz., dal 1910 per i ragazzi e dal 1911 per le ragazze. Nel 1913 fu fondata la Federazione esploratori sviz. (FES) e nel 1919 la Federazione esploratrici sviz. (FESici). Dal 1924 lo scoutismo si aprì anche ai ragazzi portatori di handicap, grazie al gruppo Esploratori ad ogni costo. Nel 1932 le sezioni catt. della Svizzera ted. si riunirono nell'Ass. esploratori catt., membro del Movimento scout sviz. (MSS).

Manifesto per il campo nazionale degli scout svizzeri a Zurigo nel 1938 realizzato da André Tödtli (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).
Manifesto per il campo nazionale degli scout svizzeri a Zurigo nel 1938 realizzato da André Tödtli (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).

Durante le guerre mondiali gli scout appoggiarono l'esercito e si impegnarono a fianco della Croce Rossa in favore dei bambini vittime della guerra. La FES ritenne suo compito importante preparare i giovani al servizio militare, ma rifiutò un'istruzione esclusivamente fisica e l'approccio privilegiato dai Cadetti, che consisteva nel "giocare al soldato". Nel 1940 si oppose a un progetto di legge che prevedeva un'Istruzione militare preparatoria obbligatoria, temendo che il movimento paramilitare avrebbe perso la propria autonomia. Dopo che la proposta fu respinta, la FES influenzò la nuova ordinanza sull'istruzione militare preparatoria (1942), che concedeva alle diverse org. un ampio margine di manovra e gettò le basi di Gioventù+Sport, in cui gli scout furono attivi dal 1971.

I mutamenti profondi intervenuti nella cultura giovanile negli anni 1960-70 influenzarono anche lo scoutismo. Dal 1968 la FES perse ca. 10'000 membri, per raggiungere a metà degli anni 1970-80 la quota di ca. 45'000 aderenti, livello su cui si stabilizzò fino al 1987. Le ragazze iscritte alla FESici aumentarono nel decennio 1970-80, per poi scendere a 15'000 nel 1987. Lo stesso anno le due federazioni si sciolsero per confluire nel MSS, che nel 2010 era la più grande org. giovanile della Svizzera con ca. 45'000 membri attivi (25'000 ragazzi e 20'000 ragazze). Il nucleo del movimento è costituito da ca. 700 sezioni locali, ass. autonome che organizzano regolarmente attività e campi. Le sezioni sono suddivise in cinque categorie d'età (castori, lupetti, esploratori, pionieri e rover) e talvolta dispongono di locali propri (centri scout). Durante i campi vengono messi in pratica gli obiettivi dello scoutismo: bambini e adolescenti si organizzano in gruppi di diversa grandezza, assumono responsabilità per se stessi e gli altri, cercano di cavarsela con mezzi semplici e di impiegare con parsimonia le risorse della natura. A scadenza irregolare si svolgono campi fed. con scout provenienti da tutta la Svizzera: a quello tenutosi nel 2008 nella pianura della Linth hanno preso parte 25'000 persone. La formazione dei responsabili, essi stessi adolescenti e giovani adulti, è coordinata a livello nazionale e organizzata dalle ass. cant. Numerosi ex scout, organizzati in ass. di ex esploratori, sostengono il movimento in diversi modi.

Il MSS fa parte dell'Ass. mondiale delle guide e delle esploratrici (AMGE, con sede a Londra) e dell'Org. mondiale del movimento scout (OMMS, con sede a Ginevra). Due importanti centri per raduni intern. di scout si trovano in Svizzera: il centro scout intern. dell'OMMS di Kandersteg, aperto nel 1923, e l'Our Chalet dell'AMGE ad Adelboden, inaugurato nel 1932.

Riferimenti bibliografici

  • Archivio centrale e Museo del MSS, Berna
  • D. Stroppel, Der Schweizerische Pfadfinderbund 1918 bis 1945, 1966
  • F. Ruhl, 100 Jahre Pfadi, 2007

Suggerimento di citazione

Kalcsics, Katharina: "Scoutismo", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 19.10.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/016512/2011-10-19/, consultato il 21.10.2020.