de fr it

Niklaus vonGraffenried

ca. 1468, 1554, rif., di Berna e dal 1516 di Aigle. Figlio di Johann, membro del Piccolo Consiglio. 1) (1494) Barbara von Kunried, figlia di Johannes; 2) (1529) Bernata, figlia di Heinrich Matter, vedova di Georges de Rovéréa, signore di Le Crêt; 3) (1538) Katharina Kerren, vedova di Peter Lenherr. Fu membro del Gran Consiglio (dal 1489) e del Piccolo Consiglio (dal 1495), balivo (Obervogt) di Schenkenberg (1495-98), balivo (gouverneur) di Aigle (1507-12) e alfiere della corporazione dei fornai (1512). Esautorato dalle sue funzioni nel 1513 per aver accettato illecitamente pensioni franc., venne riabilitato nel 1516. Fu nuovamente balivo di Aigle (1520-25) e alfiere della corporazione dei fornai (1529-33). Si distinse per aver avviato con successo lo sfruttamento delle fonti saline di Panex (com. Ollon), che gestiva in quanto feudo della città di Berna. Nel 1524 acquistò beni dalla fam. Vallèse a Les Ormonts, nel 1541 la tenuta di Chevron (com. Aigle). Nel 1544 entrò in possesso anche dell'adiacente tenuta di Saint-Triphon.

Riferimenti bibliografici

  • von Rodt, Genealogien, 2, 190