de fr it

SulpitiusHaller

Menz. la prima volta nel 1525, 1564, rif., di Berna. Forse figlio di Johannes (->) e fratello di Johannes (->). Barbara Flühmann. Protagonista di una rapida ascesa politica, fu membro del Gran Consiglio (1525), balivo di Lenzburg (1530-37), membro del Piccolo Consiglio (1538-58), alfiere della corporazione dei conciatori (1539) e tesoriere per i territori di lingua ted. (1540-52). Considerato un fervente sostenitore della Riforma, fu imposto dal Consiglio bernese quale avogadro del capitolo di S. Vincenzo (1526-30), per cui introdusse una contabilità dettagliata in vista della secolarizzazione. Partecipò come vessillifero alla spedizione militare nell'Oberland bernese (1528), come membro della delegazione bernese alle trattative di pace a Zurigo al termine della prima guerra di Kappel (1529) e come balivo di Lenzburg alla seconda guerra di Kappel (1531).

Riferimenti bibliografici

  • G. von Werdt, Bernische Genealogien, ms., 2, 1850, 44 (presso BBB)
  • Die Berner Chronik des Valerius Anshelm, 5, 1896, 201, 306, 329; 6, 1901, 90
  • K. Utz Tremp, Das Kollegiatstift St. Vinzenz in Bern von der Gründung 1484/85 bis zur Aufhebung 1528, 1985, 133 sg., 209