de fr it

EmilioBalli

27.4.1855 Locarno, 29.11.1934 Locarno, catt., di Cavergno. Figlio di Valentino Alessandro (->); fratello di Federico (->) e Francesco (->). Maria nata B. Studiò al collegio dei padri barnabiti di Monza (I) e all'Univ. di Lovanio, senza conseguire la laurea. Nel 1878 fece il giro del mondo, al seguito di una spedizione franc. Per il partito conservatore fece parte del Gran Consiglio (1889-90 e 1894-97) e della Costituente cant. del 1891. Tra i fondatori della Soc. cant. di agricoltura (1885), del Club alpino ticinese (1886) e della Soc. ticinese di scienze naturali (1903), si dedicò allo studio della conchiliologia, della numismatica e dell'archeologia. Promotore di scavi archeologici a Tenero, Cavigliano e Muralto, nel 1900 fondò il Museo di archeologia e storia naturale di Locarno. Il museo, di cui divenne direttore, raccoglieva inizialmente cimeli archeologici provenienti dagli scavi locarnesi, l'erbario del naturalista Alberto Franzoni, la collezione di minerali e fossili di Luigi Lavizzari e monete antiche.

Riferimenti bibliografici

  • M. Jäggli, «E. Balli», in Boll. della Società ticinese di scienze naturali, 1934, 22-34
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF