de fr it

AffareGaudot

L'affare Gaudot ebbe origine nel 1747, quando il re di Prussia Federico II riformò nel principato di Neuchâtel le modalità di percezione delle imposte, sostituendo il sistema dell'incasso diretto con l'appalto, tramite incanto, della riscossione delle decime e dei censi. Nel 1766 l'opposizione al nuovo sistema, più vantaggioso per il principe, si manifestò apertamente nel corso della gara d'appalto: a causa del prezzo di base molto elevato nessun offerente si fece avanti. Gli inviati di Federico II avanzarono allora la proposta di vendere al miglior offerente tutte le terre sottoposte alla decima, provocando così la rivolta dei Neocastellani, che vi ravvisarono una violazione del principio di inalienabilità garantito nel 1707 e reclamarono il ripristino della riscossione diretta. Nel maggio del 1767 Federico II si decise a chiedere l'intervento arbitrale di Berna. Entrambe le parti rimasero tuttavia ferme sulle proprie posizioni; l'avvocato generale del principato, Claude Gaudot (1713-1768), che rappresentava gli interessi del sovrano, si dimostrò particolarmente intransigente. All'inizio del 1768, il Gran Consiglio di Berna diede torto alla città di Neuchâtel, accusandola di aver violato i diritti del principe. L'ira dei cittadini di Neuchâtel fu tale che Federico II chiese l'intervento militare di Berna che, nonostante l'appello alla calma di Lucerna, Soletta, Friburgo e dell'ambasciatore franc., riunì 9000 uomini al confine orientale del principato. Intimoriti, i cittadini di Neuchâtel e di Valangin si sottomisero. A quel punto, Federico II commise però l'errore di nominare Gaudot luogotenente-governatore di Neuchâtel. Rientrato in città, Gaudot venne assassinato dalla pop. senza che le autorità tentassero di intervenire a sua protezione (25.4.1768). Un mese più tardi, 600 soldati dei quattro cant. uniti dal patto di comborghesia occuparono Neuchâtel. L'affare si concluse in agosto con la completa sottomissione della città, che ne uscì indebolita.

Riferimenti bibliografici

  • Hist.NE, 2, 100-103