de fr it

Mammelus

Soprannome attribuito - per analogia con i mammalucchi - agli ab. di Ginevra che sostennero il duca Carlo III di Savoia nei suoi tentativi di imporre la propria egemonia sulla città tra il 1517 e il 1526. Chiamati anche ducaux o monseigneuristes, recavano l'agrifoglio come segno distintivo. Saliti al potere dal 1520, poco dopo la morte di Philibert Berthelier, lo mantennero fino al Consiglio detto delle alabarde (10.12.1525), convocato dal duca che ottenne, sotto la minaccia delle armi, il titolo di protettore di Ginevra. Il partito degli Eidguenots, i cui esponenti si erano rifugiati a Friburgo, concluse un trattato di comborghesia con Friburgo e Berna (8.2.1526). Ai Mammelus, che avevano tentato invano di far annullare il trattato, fu proibito di entrare a Ginevra, mentre 49 di loro furono condannati a morte in contumacia e i loro beni confiscati.

Riferimenti bibliografici

  • J.-A. Gautier, Histoire de Genève des origines à 1691, 2, 1896, 87-221
  • F. Bonivard, M. Tripet (a cura di), Chroniques de Genève, 2, 2004, 136 sg.

Suggerimento di citazione

Tripet, Micheline: "Mammelus", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.12.2009(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/017358/2009-12-03/, consultato il 24.11.2020.