de fr it

Partito socialista dei lavoratori

Nell'autunno del 1969 la Tendance de gauche si separò dal partito operaio popolare vodese (appartenente sul piano nazionale al PdL) e formò a Losanna la Lega marxista rivoluzionaria (LMR), che nel 1974 aderì alla quarta Internazionale trotzkista. Per sottolineare l'orientamento verso il mondo del lavoro, nel 1980 la LMR assunse il nome di partito socialista dei lavoratori. Al momento della sua massima espansione contò ca. 500 membri, concentrati soprattutto nella Svizzera franc. Dalla metà degli anni 1970-80 prese parte a elezioni politiche e dal 1980 ottenne singoli mandati a livello com. (Bienne) e cant. Oltre a iniziative popolari cant., lanciò l'iniziativa fed. per una formazione e una riqualificazione professionali assicurate, nettamente respinta dalla pop. nel 1986. Dal 1980 il partito si allontanò progressivamente dalle sue posizioni trotzkiste. Dalla metà degli anni 1980-90 iniziò a disgregarsi; l'ultimo congresso si riunì nel 1987, mentre nel 1991 le strutture nazionali ancora attive vennero sciolte. L'organo del partito (Rosso) sopravvisse ancora fino al 1994.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo dell'Ass. per lo studio della storia del movimento operaio presso BCUL
  • Sozarch
  • Rosso, 1973-1994 (ted. Bresche, 1971-1994; franc. La brèche, 1969-1994)
  • B. Challand, La Ligue marxiste révolutionnaire en Suisse romande (1969-1980), 2000
Scheda informativa
Contesto Lega marxista rivoluzionaria (LMR)