de fr it

Rassemblement jurassien

Il Movimento separatista giurassiano (MSJ), ridenominato Rassemblement jurassien (RJ) nel 1951, fu creato il 30.11.1947, poco dopo l'affare Moeckli. Fondato tra gli altri da Roland Béguelin, Roger Schaffter e Daniel Charpilloz, si impegnò a favore della separazione del Giura dal cant. Berna. Nel 1948 il movimento si dotò di un organo di propaganda, Le Jura libre, di cui Béguelin fu caporedattore dall'estate del 1950. Costituitosi in forma definitiva il 21.8.1949, il MSJ organizzò conferenze, corsi per quadri e manifestazioni, tra cui una giornata patriottica (Festa del popolo giurassiano, dal 1951). Assumendo il nome di RJ, volle collocarsi al di sopra delle divisioni partitiche e delle divergenze confessionali. In seguito promosse la costituzione di un nuovo cant. nello spirito del federalismo sviz. Nel 1957 il RJ lanciò un'iniziativa legislativa cant. per organizzare un plebiscito nei sette distr. giurassiani. La sua bocciatura alle urne (1959) da parte dell'elettorato sia giurassiano sia bernese rappresentò una battuta d'arresto per il RJ. In seguito Béguelin riuscì comunque a rilanciare il movimento. Promotore di una strategia volta a sottolineare l'identità etnolinguistica, cercò di creare uno stato di necessità politica tramite l'internazionalizzazione del conflitto. Il RJ tentò inoltre di inquadrare la società giurassiana attraverso una serie di org. collaterali: i Giurassiani dell'esterno (1962), i Bélier (1963, giovani militanti), l'Ass. femminile per la difesa del Giura (1963) e il Movimento univ. giurassiano (1964). Questa mobilitazione conferì un carattere contestatario al separatismo, sostenuto da una nuova generazione legata ai valori del pacifismo, dell'antimilitarismo e della socialità. Avendo spinto la Conf. a imporre la sua mediazione, il RJ, pur contestando le modalità del plebiscito, accettò di partecipare al voto per l'autodeterminazione. Se la vittoria del fronte favorevole alla costituzione di un nuovo cant. allo scrutinio del 23.6.1974 fu merito del RJ, il movimento non poté comunque impedire la scissione del Giura in due parti. Esercitando la sua influenza presso le istituzioni del nuovo cant., il RJ cercò di promuovere la riunificazione in collaborazione con i separatisti del Giura rimasto bernese. Questi ultimi nel 1976 diedero vita all'Unité jurassienne, che nel 1994 si unì con il RJ nel Movimento autonomista giurassiano (MAJ). Da allora, malgrado l'invecchiamento dei suoi militanti e una perdita di influenza, il MAJ ha mantenuto un ruolo quale gruppo di pressione politica.

Riferimenti bibliografici

  • C. Hauser, L'aventure du Jura, 2004
  • A. Pichard, La question jurassienne, 2004
Scheda informativa
Contesto Mouvement autonomiste jurassien (MAJ)