de fr it

Johann ViktorBesenval von Brunnstatt

Acquaforte realizzata sulla base di un ritratto disegnato da Juste-Aurèle Meissonnier nel 1725 ca. (Biblioteca nazionale svizzera).
Acquaforte realizzata sulla base di un ritratto disegnato da Juste-Aurèle Meissonnier nel 1725 ca. (Biblioteca nazionale svizzera).

26.6.1671 Soletta, 11.3.1736 Parigi, cattolico, di Soletta. Figlio di Johann Viktor (->). Fratello di Karl Jakob (->) e di Peter Joseph (->). (1716) Katharina Bielinska vedova Potocka, figlia di Kasimir Ludwig Bielinski, gran maresciallo della corona di Polonia. Dopo il collegio dei gesuiti a Soletta (1680-1688), fu cadetto del reggimento della Guardia svizzera. Fu attivo quale ufficiale mercenario e diplomatico. Fu Granconsigliere e capitano nel reggimento svizzero Alt-Salis (1689), colonnello di fanteria dell'esercito francese (1691), brigadiere (1704), ambasciatore straordinario di Francia presso Carlo XII di Svezia (1707) e in seguito presso Stanislao I Leszczynski di Polonia (fino al 1709), maresciallo di campo (1710), ministro plenipotenziario presso le potenze del nord (1711) e ambasciatore straordinario di Francia presso Augusto II di Polonia (1713-1721). Fu inoltre tenente generale dell'esercito francese (1719), tenente colonnello (1722) e poi colonnello del reggimento della Guardia svizzera. Nel 1705 divenne cavaliere dell'ordine di S. Ludovico. Fu il secondo beneficiario della sostituzione Waldegg.

Riferimenti bibliografici

  • StASO
  • ZBSO
  • R. de Castella de Delley, Le régiment des Gardes-Suisses au service de France, 1964, 280
  • A. Fankhauser, «Die Patrizierfamilie von Besenval und ihre Sommerresidenz Schloss Waldegg», in Schloss Waldegg bei Solothurn, 1991, 17-20
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Johann Viktor Besenval
Dati biografici ≈︎ 26.6.1671 ✝︎ 11.3.1736