de fr it

Dominique Joseph deBillieux d'Ehrenfeld

Ritratto anonimo, 1760 ca. (Musée jurassien d'art et d'histoire, Delémont).
Ritratto anonimo, 1760 ca. (Musée jurassien d'art et d'histoire, Delémont).

30.1.1717 Saint-Ursanne, 19.7.1783 Porrentruy, catt., di Saint-Ursanne. Figlio di Jean Bernard, borgomastro poi luogotenente della signoria di Saint-Ursanne (1701-46), consigliere aulico (1744), e di Marie Françoise Hennet. (1743) Marthe Marie Thérèse Tardy, figlia di Jean Germain, preposto di Porrentruy. Nel 1782 venne nobilitato dall'imperatore Giuseppe II con il titolo d'Ehrenfeld. Frequentò il collegio di Porrentruy (1731-38), studiò diritto in Germania, dove fece pratica legale presso un avvocato a Wetzlar (Assia); nel 1740 ottenne il dottorato in legge all'Univ. di Besançon. Fu avvocato alla corte di Porrentruy (1740), syndic all'Assemblea degli Stati del principato vescovile di Basilea (1740-46), segr. privato del principe vescovo, segr. del Consiglio aulico (1745-63), Consigliere segreto, cancelliere (1763-83). Personalità di spicco, per ca. mezzo sec. partecipò a tutti gli affari importanti. Come syndic degli Stati, contribuì alla soluzione dei litigi derivati dalla rivolta dei Pétignats e convinse il principe vescovo a nominare un pres. a capo degli Stati. Nel 1749 appianò parecchi contenziosi con il margravio del Baden in merito alla signoria di Schliengen; nel 1757-58 si occupò del problema che divideva Bienne e Berna; nel 1782 di Moutier-Grandval e dei suoi Stati. Dietro suo impulso e grazie alla collaborazione diplomatica dell'abate Jean Fau de Raze, incaricato d'affari della diocesi di Parigi, concluse alcuni tra i più importanti accordi della fine del sec.: nel 1779 lo scambio di parrocchie tra la diocesi di Basilea e l'arcidiocesi di Besançon; nel 1780 il trattato che definiva i limiti di sovranità tra il principato vescovile di Basilea e la Francia, e un trattato di alleanza tra il principe vescovo e il re. Questa politica, risolutamente franc., ebbe come conseguenza l'introduzione della Rivoluzione nel principato vescovile (1791-93). Secondo il pastore Théophile Rémy Frêne, B. fu un grande uomo di Stato.

Riferimenti bibliografici

  • Sammlung bernischer Biographien, 1, 1884, 490-494
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Dominique Joseph de Billieux
Dati biografici ∗︎ 30.1.1717 ✝︎ 19.7.1783