de fr it

Claude ModesteHumbert

ca. 1694 Maîche (Franca Contea), 25.5.1769 Porrentruy, catt., di Maîche e Porrentruy (1731). Figlio di Jean Guillaume, maire di Maîche, e di una signora François, di Saignelégier. 1) (1714) Marie Jeanne Linzmann, figlia di Georges; 2) (1736) Marie Marguerite Rouleman, figlia di Joseph, economo di corte; 3) (1760) Marie Hélène Cuchot, figlia di Pierre-François, borgomastro. Trascorse l'infanzia e l'adolescenza a Sainte-Ursanne. Dopo il collegio dei gesuiti a Porrentruy, studiò diritto a Friburgo in Brisgovia. Nel 1731 fu ammesso all'esercizio dell'avvocatura presso la corte episcopale di Porrentruy. Dal 1727 fu segr. delle commissioni di polizia e di controllo della tassa sul pane. Nel marzo del 1730 fu difensore d'ufficio dei rivoltosi delle Franches-Montagnes. Deputato della nobiltà e syndic dell'Assemblea degli Stati del principato vescovile di Basilea (maggio 1730), fu costretto alle dimissioni nel dicembre dello stesso anno per falso in documenti, ma venne riabilitato nel 1736. Nel 1732 divenne consigliere aulico. Procuratore generale (1740-57), sostenne l'accusa nel processo contro Pierre Péquignat. Nel 1749-50 rappresentò il principe vescovo a Saint-Ursanne.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso AAEB
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1694 ✝︎ 25.5.1769