de fr it

Henri Joseph XavierScheppelin

12.7.1765 Porrentruy, dopo il 1820, cattolico, di Porrentruy. Figlio di Fidèle Ignace Joseph (->). Fratello di Antoine Ignace (->). Marie Antoinette Dettwiler. Fu luogotenente a Saint-Ursanne (1789), località che rappresentò all'Assemblea degli Stati del principato vescovile di Basilea (1791). Nel 1793 il club rivoluzionario di Saint-Ursanne, di cui faceva parte dal 1792, lo inviò a Parigi per sporgere querela contro il capo rivoluzionario Joseph-Antoine Rengger. Nell'aprile del 1793, insieme al padre Scheppelin, sfuggì per poco alla morte e si rifugiò a Bienne. Caduto in disgrazia presso il principe vescovo di Basilea Franz Xaver von Neveu a causa del ruolo avuto durante la Rivoluzione, visse come insegnante a Vienna (1793-1804), poi a Friburgo in Brisgovia. Nel 1814 fu chiamato da Konrad Karl Friedrich von Andlau-Birseck, governatore generale alleato, come segretario di lingua tedesca ad Arlesheim, dove secondo il registro della cittadinanza di Porrentruy viveva ancora nel 1820.

Riferimenti bibliografici

  • M. Jorio, Der Untergang des Fürstbistums Basel (1792-1815), 1982, 274 sg.
Link
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 12.7.1765 ✝︎ dopo il 1820

Suggerimento di citazione

Jorio, Marco: "Scheppelin, Henri Joseph Xavier", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.05.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/017749/2010-05-21/, consultato il 28.09.2021.