de fr it

FrançoisVerdan

5.9.1747 Cortaillod, 28.11.1818 Delémont, riformato, di Sugiez, Neuchâtel (dal 1784) e Bienne (dal 1786). Figlio di Jean-Daniel Verdan, fabbricante di indiane, poi commerciante, e di Marguerite nata De Vaux. (1767) Marguerite Tenderon, figlia di Jacques Tenderon. Compì un apprendistato di stampatore nelle manifatture di indiane di Cortaillod e dei dintorni. Con i fratelli rilevò le stamperie di Greng (1775) e di Ruz-de-Combe a Saint-Blaise (1779). Nel 1781 François Verdan si trasferì in Portogallo, dove risiedevano alcuni fabbricanti di indiane di Bienne e Neuchâtel. Nel 1784 acquistò la manifattura di Le Pasquart a Bienne, ampliandola con suo figlio e i suoi generi, tra cui Johann Rudolf Neuhaus. Si unì agli ambienti progressisti e francofili della borghesia di Bienne. Fautore delle idee rivoluzionarie e amico di François Augustin Roussel, commissario del Direttorio nel Dipartimento del Mont-Terrible, divenne uno dei maggiori acquirenti di beni secolarizzati nel principato vescovile di Basilea. Acquistò tra gli altri il castello vescovile di Delémont, i poderi di Löwenburg, proprietà del convento di Lucelle, e quelli di Ritzengrund a Roggenburg. Nel 1798, quando Bienne passò alla Francia, fu eletto nell'assemblea elettorale del Dipartimento, che lo nominò giurato all'alta corte di giustizia. Verso il 1800 si stabilì definitivamente a Delémont, dove fondò una tessitura e una filanda e divenne municipale (1801) e sindaco (1805). Giudicato troppo filofrancese, fu destituito nel 1814 da Konrad Karl Friedrich von Andlau-Birseck. Fu giudice del tribunale civile dal 1814.

Riferimenti bibliografici

  • Bergeron, Louis; Chaussinand-Nogaret, Guy (a cura di): Grands notables du Premier Empire. Notices de biographie sociale, vol. 11, 1984, pp. 60-61.
  • Dahler, Ralph: «Die Bieler Indienneindustrie von den Anfängen bis zum Ende der französischen Zeit», in: Annales biennoises, 1988, pp. 68-133.
  • Bourquin, Werner; Bourquin, Marcus: Biel, stadtgeschichtliches Lexikon, 1999, p. 459.
  • Ehrensperger, Ingrid: «François Verdan und die Indiennemanufakturen von Greng und Biel im 18. und frühen 19. Jahrhundert», in: Freiburger Geschichtsblätter, 78, 2001, pp. 125-140.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Schaller, Didier: "Verdan, François", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.10.2016(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/017761/2016-10-10/, consultato il 04.12.2020.