de fr it

JeanLe Mey

Detto anche de May e de Mayo, L. fu donzello e giurista al servizio del vescovo di Losanna, luogotenente del siniscalco (1403), membro del grande tribunale secolare diocesano (1404-05), luogotenente del balivo vescovile (1408) e giudice del tribunale d'appello (1431). Fu coautore, insieme al figlio omonimo, anch'egli giurista al servizio vescovile, del commento anonimo al Plaict Général di Losanna. Ammalato di lebbra, non riuscì a completare l'opera. Il 15.6.1432 redasse il suo testamento.

Riferimenti bibliografici

  • D. Anex-Cabanis, «Le Plaict Général de Lausanne et son commentaire», in RHV, 1980, 7-22, spec. 18-20
  • J.-F. Poudret, Coutumes et coutumiers, 1, 1998, 149-151